“Torreto” il barbiere di qualità old school di Francoforte

Torreto-Barbiere-Vecchia-ScuolaSe vi trovate in Germania nei pressi di Francoforte e avete l’esigenza di riordinare il vostro look, non fatevi sfuggire l’occasione di affidare i vostri capelli ed i vostri baffi a questo vero professionista.

Alex Vellios, in arte “Torreto”, all’età di 26 anni è finalmente riuscito a realizzare il sogno che ha bramato dentro di se fin da bambino.
Durante un viaggio in Grecia, colpito dalle atmosfere vissute in compagnia del nonno in tenera età, ha voluto oggi ricreare a Francoforte un luogo d’altri tempi dai toni decisamente old school.

Nella sua bottega si possono trovare fieramente esposti tutti i vari attrezzi del mestiere, alternando rasoi antichi ed utensili dal sapore vintage a quelli più moderni.
Questo per garantire al cliente un servizio di grande qualità e tutta una serie di attenzioni purtroppo andate perdute nel tempo, tratti distintivi dei barbieri vecchia scuola ormai difficilissimi da trovare.
30Torreto-Barbiere-Vecchia-Scuola
Più simile ad un vero e proprio artista, guai a chiamarlo parrucchiere! All’ingresso del suo negozio è possibile trovare una lavagna dove Torreto ha scritto le sue ferree regole:
1) Niente Ragazze
2) Il Barbiere ha sempre ragione
3) Non chiamarmi “parrucchiere”
4) Rispetta il Barbiere e le sue regole
5) Mai infastidire il Barbiere
23Torreto-Barbiere-Vecchia-Scuola
Nella sua bottega troverete esposto, forse con un pizzico di provocazione, il codino tagliato ad un cliente e proprio al di sotto di questo una scritta incorniciata che afferma “gli amici non permettono agli amici di avere un brutto taglio di capelli”.

L’amore per la sua professione si ritrova chiaramente anche nel look di Vellios, il quale otre a vantare una lunga ma curatissima barba, ostenta fiero anche li tatuaggio di un rasoio su una mano e la scritta “barber” sulle dita.


La sua idea di barbiere ed il suo modo di lavorare è così apprezzato che per avere il piacere di essere uno dei suoi fortunati clienti è necessario farsi inserire in lista d’attesa: per prendere un appuntamento bisogna aspettare anche tra le tre e le quattro settimane.

Fotografie di REUTERS/Kai Pfaffenbach.