Presepe vivente di Greccio 790 anni di storia ed emozioni

Logo Presepe di Greccio 790° anniversario
Dopo un lungo viaggio in Palestina, nel lontano 1223 San Francesco di Assisi decise di rievocare con persone ed animali del tempo il mistero della divina Natività di Betlemme.
Così a Greccio, il frate aiutato da uno dei sui più cari amici, il castellano Giovanni Velita, realizzò la prima rievocazione la prima rievocazione della storia della nascita di Gesù, destinato a replicarsi nei secoli a venire in tutte le case del mondo sotto la forma di presepe.

Esiste un solido filo che lega questo luogo a Betlemme, infatti in Palestina si operò il mistero della divina incarnazione di Gesù, mentre a Greccio ebbe inizio, in forma del tutto nuova, la sua mistica rievocazione.
Per tali motivi il 21 dicembre di quest’anno, l’organizzazione del Presepe di Greccio andrà per la prima volta proprio a Betlemme per portare in scena la storica rappresentazione.


Da più di sette secoli, ogni anno questo borgo in provincia di Rieti rinnova la tradizione e fa rivivere più di ogni altro luogo l’atmosfera del Natale.
Quest’anno in particolare si festeggia il 790esimo anniversario e così l’edizione 2013-2014 si annuncia ancora più straordinaria del solito.
Il 24, 26 e 28 dicembre, e ancora il 1, 4, 5 e 6 gennaio, i visitatori provenienti da ogni parte d’Italia potranno ammirare la rivisitata sceneggiatura, ascoltare le nuove musiche e lasciarsi incantare dal rinnovato e spettacolare impianto di luci.
Il tutto contornato dalla mistica atmosfera del posto, con la sua natura incontaminata, la fedeltà delle scene e dei costumi, la bravura e la devozione degli interpreti.
Oltre alla rappresentazione, saranno presenti anche molte altre attrazioni degne di nota come mostre fotografiche, convegni, esposizioni di presepi artistici, mostre di pittura e gli immancabili mercatini di Natale.


Da non confondersi con le miriadi di presepi popolari, la Rievocazione Storica del Presepe di Greccio del 1223 vede ancora oggi la partecipazione di personaggi in costumi medievali ed è realizzata in sei diversi quadri viventi.

Le tribune con oltre 2000 posti a sedere e tensostrutture riscaldate accoglieranno i molti turisti che assisteranno al primo presepe del mondo.
Nei giorni sopra descritti lo spettacolo avrà inizio alle ore 17.45, tranne per il giorno della vigilia, che per attendere insieme la mezzanotte e festeggiare il Natale, avrà inizio alle ore 22.30.

Vediamo ora come giungere a Greccio.

Da Nord:
Autostrada A1 Firenze-Roma
Uscire dal casello di Orte per Terni
Seguire quindi le indicazioni per Greccio-Rieti

Da Sud:
Autostrada A1 Napoli-Roma
Prendere la deviazione altezza S. Cesareo, con la bretella di ricongiungimento alla A1 Firenze-Roma in direzione Roma, giunti alla barriera Roma-Nord uscire subito per Fiano Romano e seguire quindi le indicazioni azioni della Via Salaria per Rieti e quindi per Greccio.

In Autobus:
Da Roma: capolinea stazione Tiburtina autolinea COTRAL per Rieti.
Da Rieti: capolinea stazione autolinea COTRAL per Greccio.

In Treno:
Stazione di Greccio linea Terni-Rieti-Sulmona poi collegamento bus

Tuffatevi del medioevo, tra la bellezza e la semplicità dei luoghi dove San Francesco ha trovato risposte e ispirazioni, e accorrete a venerare il Bambino di Betlemme nella più bella rievocazione della storia.
Potete visitare il sito ufficiale della Pro Loco al seguente indirizzo: www.presepedigreccio.it.